image1 image2 image3

BuongiornoLivorno sull'assunzione delle educatrici

La decisione della Giunta in merito al perfezionamento del piano assuntivo del 2014 alla luce dei vincoli giuridici introdotti nelle ultime settimane dalla Legge 114/2014, per quanto formalmente legittima, risulta molto discutibile dal punto di vista politico. Non sottovalutiamo la delicatezza del compito a cui il Sindaco e gli Assessori erano chiamati, ma abbiamo anche chiaro che situazioni di questo tipo costituiscono la norma e non l’eccezione dell’azione di governo, ragion per cui ci sentiamo stimolati a intervenire. Delle 11 assunzioni previste dal piano per l’anno in corso e ancora non effettuate (di cui 8 educatrici, 3 vigili urbani e 1 assistente sociale) la Giunta aveva la possibilità di perfezionarne soltanto 9. La scelta, fatta salva la totale uguaglianza dei diritti di tutti i lavoratori e le lavoratrici in questione, era effettuabile solo sulla base di una lettura dei bisogni del territorio e dell’individuazione, tra di essi, di alcuni in via prioritaria. Una scelta squisitamente politica, insomma.

Leggi tutto...

Buongiorno Livorno sostiene gli Orti Urbani di via Goito

Sono passati più di 10 mesi da quando il Comitato Precari e Disoccupati della Ex-Caserma occupava i 6 ettari di terreno compreso tra via Goito, via dell’Ambrogiana, via dell’Erbuccia, via Corazzi e via da Verrazzano trasformandolo e donandogli nuova vita dopo decenni di abbandono e degrado. L’area, in precedenza seminativa, era stata tramutata nel 1973 in area per servizi, dando poi la possibilità a quelli che erano i proprietari di edificare sul 20% del totale: numerose le proprietà che si sono succedute senza mai riuscire a realizzare alcunché se non contribuire in modo incisivo al crescente deterioramento e conseguente peggioramento della qualità di vita di tutto il quartiere.

In questi 10 mesi abbiamo assistito alla crescita di interesse e di adesione da parte della cittadinanza: l’area è stata ripulita, sono stati realizzati circa 100 orti da 50 mq ciascuno, un'area verde con giochi per bambini costruiti in materiale riciclato, un punto ristoro attrezzato aperti al pubblico… il tutto gestito da un collettivo che in sede assembleare ha sviluppato il progetto “Orti Urbani” e realizzato un proprio Manifesto politico che in questi giorni è stato consegnato alla Pubblica Amministrazione e alle forze politiche cittadine.

Leggi tutto...

In ricordo di Menji, Lenuca, Daciu ed Eva

Sette anni fa, nella notte fra il 10 e l'11 agosto 2007, quattro bambini di etnia rom persero la vita nel rogo di Pian di Rota alla periferia nord di Livorno. Menji, Lenuca, Daciu ed Eva, questi erano i loro nomi. Avevano tutti fra i 4 e gli 11 anni. La maggior parte dei nostri concittadini ha dimenticato questa tragedia, o la ignora. Sensazione confermata ogni volta che sentiamo esprimere ad alta voce, anche dalle nostre parti, pensieri cattivi nei confronti degli "zingari", spesso condizionati dai pregiudizi e dagli stereotipi in parte alimentati dai media e dalle istituzioni. Qualcuno invece non dimentica: è, in fin dei conti, un piccolo segno di umanità accompagnato dalla speranza di favorire "anticorpi" in una società sempre più orientata verso il disprezzo e il rancore verso l'altro, specie se oppresso e povero. "RESTIAMO UMANI"...

il presidente di Buongiorno Livorno
Stefano Romboli

 

[Foto di Marco Filippelli]

A 70 anni dall'Eccidio di Sant'Anna di Stazzema

Sant'Anna, 70 anni fa. Un eccidio, una strage, una giornata di sangue e di crudeltà inaudita. Una delle tante, in quel terribile anno italiano. Spesso si usano parole come 'la ferocia nazista', 'la barbarie delle SS'. Ma non basta. Non basta nemmeno, per capire, allargare lo sguardo, per scorgere, accanto ai soldati tedeschi, anche i fascisti, i repubblichini, quelli della zona, che aiutarono gli alleati a trovare la strada. E, lo sappiamo, c'erano. Ma non basta, perché il male, purtroppo, è banale, e si annida nelle vite di uomini banali.

Leggi tutto...

Buongiorno Livorno e la questione Gaza

Buongiorno Livorno ha sempre sostenuto e ricordato, nei consigli comunali di luglio, la necessità di dare concretezza (attraverso un "gemellaggio" che deve comunque essere ratificato dal Sindaco) alla delibera votata e approvata in data 2008 dal Consiglio Comunale di Livorno che prevedeva rapporti di aiuto con la città di Gaza. Conferma di come la nostra realtà non voglia nascondersi su una vicenda internazionale che, troppo spesso, non riesce a trovare spazio in ambito locale e che viene "congelata" per prudenza e per mere ragioni di opportunità politiche. La posizione assunta ieri dai nostri due consiglieri comunali ha di fatto impedito che tale gemellaggio fosse nuovamente accantonato e apprezziamo il risultato che sia stato approvato un percorso che prevede la costituzione di un Comitato per i gemellaggi (non solo, quindi per quello di Gaza) e l'ingresso in EuroGaza (un rete di città europee gemellate con la città palestinese).

Leggi tutto...