image1 image2 image3

Il lavoro uccide ancora

Un morto, dodici feriti. Il lavoro uccide ancora, anche nel gioiello tecnologico Azimuth-Benetti. L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di oggi. La nave Urania, oceanografica del CNR e in riparazione, si è inclinata a causa del cedimento dell’incastellatura di sostegno nel bacino del cantiere, schiacciando un operaio e coinvolgendo altri operai e marittimi. Al momento in cui scriviamo le notizie sono in evoluzione.

La Dott.ssa Tenerani ha avviato l’inchiesta contro ignoti volta ad accertare le cause della tragedia. Non vogliamo anticipare conclusioni, o ricercare facile consenso, ma la causa primaria la conosciamo bene tutti. Si tratta del sottile condizionamento del profitto che, a volte anche in buona fede, spinge a mettere in secondo piano il valore della sicurezza, a snellire le procedure di controllo che oggettivamente fanno perdere tempo, e quindi denaro. Quello stesso condizionamento che spinge alla parcellizzazione della commessa, agli affidamenti e ai subappalti, in cui si perde l’unicità di prospettiva del controllo.

Fintantoché l’organizzazione del lavoro seguirà questo principio, piangeremo ancora vittime. Non basta una bella presentazione a una fiera specializzata, un restyling dell’immagine. Deve ancora arrivare il momento in cui, davanti a una tragedia simile, saremo autorizzati a parlare con certezza di fatalità.

#BuongiornoLivorno si stringe attorno allo scomparso e ai suoi familiari, così come ai feriti ai quali augura una pronta guarigione, e chiede che si accertino al più presto le cause della tragedia e si individuino e si puniscano gli eventuali responsabili diretti e indiretti.

Ivano Pozzi - Direttivo #BuongiornoLivorno

Per Oriano

manifestocubaniccolaiOriano l’ho conosciuto agli inizi degli anni ’80, nella mia sezione del PCI alla Rosa. Metteva immediatamente a proprio agio chiunque, era incapace di scortesia. Madre Natura l’aveva dotato di un talento e di una sensibilità artistica fuori dal comune, doti che la sua volontà e la sua passione avevano sviluppato ed affinato.

Incapace di scortesia. Credo che questa sia la definizione che meglio si adatta alla persona che ho conosciuto. Non per questo “inoffensivo” : sapeva discutere, eccome, argomentando i suoi punti di vista e spesso ti trovavi a riconoscere che aveva ragione lui. Aveva sempre ragione lui, e vorrei vedere, quando si trattava di grafica, di manifesti, cartelloni e striscioni da preparare.

Ne avevo sentito parlare da diversi anni, conoscevo il suo lavoro preparatorio della Festa dell’Unità, conoscevo il gruppo del Magazzino, la Brigada Ramona Parra che passava i migliori giorni dell’estate al chiuso del gigantesco stanzone accanto al Pascoli, formato da quindicenni entusiasti di lui e del loro lavoro volontario. Non l’avevo mai incontrato, stranamente, non avendo fatto attività nella FGCI ma nel PCI fin quasi da “bimbo”. Ho imparato ad apprezzarlo fin da subito, era impossibile non farsi rapire dai suoi racconti della Sicilia, delle riunioni a Botteghe Oscure con Abe Steiner. I suoi racconti, e le conversazioni con i compagni che meglio lo conoscevano, me lo restituirono un po’ alla volta, colmando la lacuna.

Leggi tutto...

Lonzi Metalli. La terra brucia ancora in mezzo a troppi punti interrogativi.

La terra brucia ancora a Livorno e con lei non bruciano però i tanti punti interrogativi che la vicenda Lonzi Metalli si porta ormai dietro da decenni. 

Una storia fatta di promesse non mantenute, di protocolli di delocalizzazione mai portati a termine, di continui incendi in cui a bruciare è molto spesso la diossina, di polveri tossiche sedimentate nei terreni limitrofi, di cittadini il cui diritto alla salute è stato costantemente violato. 

Una situazione creata da un utilizzo scellerato degli strumenti urbanistici che hanno permesso nel corso degli anni di affiancare a un già esistente insediamento residenziale attività ad alto tasso nocivo. 

L'ennesimo incendio avvenuto nei giorni scorsi all'esterno della ditta Lonzi ( quindi in teoria al di fuori della loro competenza) dimostra in ogni caso, se ancora ce ne fosse bisogno, l'urgenza di un'immediata e definitiva delocalizzazione di tutta l'attività di trattamento rifiuti situata in Via del Limone.

Leggi tutto...

GIUNTA NOGARIN, QUALE STRATEGIA PER A.AM.P.S.?

livornopulitaSpesso, anche nella politica, si registra una marcata distanza fra ciò che viene detto e promesso e ciò che poi di fatto viene realizzato. Questo avviene per incapacità o per convenienza, talvolta perchè ci si confronta con uno stato delle cose diverso da quello presunto e ogni velleità e tentativo di cambiamento viene vanificato ed annullato.

Fra le diverse cose che, rispetto a quando sostenuto e promesso poco più di un anno fa, maggiormente si allontanano, dobbiamo registrare la politica della gestione dei rifiuti portata avanti dall'attuale amministrazione pentastellata.

Dopo qualche mese dall'ultima aumento della Tassa rifiuti (TARI) il Consiglio Comunale ha approvato pochi giorni fa l'ennesimo salvataggio di A.AM.P.S. spa.

Questo senza la preventiva approvazione di un Piano Industriale e del bilancio 2014 dell'azienda.

La sensazione è che abbia prevalso, ancora una volta, la logica di porre rimedio in extremis, in buona parte con improvvisazione ed estemporaneità e senza il necessario supporto di una visione organica e complessiva, ad un quadro oggettivamente difficile e complesso.

Ad oggi, dopo un anno abbondante di mandato, non esistono elementi concreti di quel cambiamento che sarebbe necessario per una diversa e più sostenibile gestione dei rifiuti.

Pensiamo innanzitutto alla differenziata e al porta a porta: a differenza di quanto detto, scritto e promesso, l'estensione a tutta la città è stata bloccata e i piani attuativi rinviano al futuro il modesto obiettivo di arrivare a coprire 30.000 abitanti (circa un quinto del totale).

Leggi tutto...

#BL NEWS 7_2015

Cara associata, caro associato,

malgrado un luglio fra i più caldi a memoria umana, abbiamo continuato il nostro impegno su vari fronti.

Il 2, all'Arena Astra, per costruire le nuove regole organizzative e di funzionamento della nostra associazione abbiamo organizzato un incontro aperto di lavoro, pensato e realizzato dal "Gruppo organizzazione" insieme a Lab.Lab., che si occupa di metodi e pratiche partecipative e che già in passato ha collaborato attivamente con noi. L'incontro, strutturato in dieci tavoli di lavoro, ha visto ampia partecipazione e collaborazione attiva. Al termine ogni tavolo ha elaborato un report su risultati e valutazioni espresse, che saranno utilizzate dal "Gruppo organizzazione" che ha la responsabilità di preparare le proposte conclusive da sottoporre in assemblea a fine estate.

Il 3 luglio, all'ingresso dell'Ospedale in viale Alfieri, abbiamo tenuto una conferenza stampa per presentare un documento sui vari aspetti della sanità (Asl 6, problemi della riorganizzazione sanitaria regionale, nuovo ospedale, Rsa...), frutto dei momenti di studio, analisi e approfondimento a cura dell'"Intergruppo di scopo sanità".

Lo stesso giorno, in piazza Attias, abbiamo partecipato alla mobilitazione nazionale organizzata da diversi movimenti e soggetti politici a sostegno del NO al referendum indetto da Syriza e della sua lotta per riaffermare la dignità e il progetti del popolo greco, nostro vicino.


Il 14 luglio, in seguito alle polemiche strumentali portate avanti – dalla Lega Nord in particolare – dopo il loro arrivo presso una struttura che già accoglie alcune donne in difficoltà, abbiamo portato la nostra solidarietà ai cinque rifugiati minorenni ospitati nella casa famiglia "Il Melo".

Il 15 luglio, in coincidenza con un anno di mandato come presidente di Buongiorno Livorno, ho inviato a tutti voi una sintesi delle attività svolte e realizzate dalla nostra associazione e dal gruppo consiliare.

Il 22 luglio, sempre di fronte a "Il Melo", siamo stati presenti e numerosi a un’assemblea con conferenza stampa promossa dal sindacato Asia-Usb Livorno, dimostrando ancora una volta la nostra vicinanza e solidarietà a tutte le famiglie italiane e straniere che subiscono quotidianamente le conseguenze della crisi.

Leggi tutto...

Appuntamenti

Agosto 2015 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2
week 32 3 4 5 6 7 8 9
week 33 10 11 12 13 14 15 16
week 34 17 18 19 20 21 22 23
week 35 24 25 26 27 28 29 30
week 36 31

Informazioni

SEGRETERIA
#BuongiornoLivorno
Scali Bettarini 4/e
57123 Livorno
segreteria@buongiornolivorno.it
 
Apertura:
Lunedì 18:30 - 20:00
Sabato 10:30 - 13:00
 
 
PEC:
segreteria@pec.buongiornolivorno.it
  
 
Informativa sulla Privacy

Accesso Utenti